Un mese di ferie…

QuiIntervista | 8/2/2024

Qui Intervista a Manuel Mattion, che lavora come referente per le politiche giovanili presso il Comune di Bolzano. Da sempre si occupa di lavorare per e con i ragazzi e mette tutta la sua passione e le sue capacità per valorizzare i giovani bolzanini e creare progetti, iniziative ed eventi dedicati a loro.

La cosa che più mi piace di me.

Cercare sempre il lato positivo delle cose.

Il mio principale difetto.

Faccio fatica a dire di no.

Il mio momento più felice.

La nascita delle mie due principesse.

Da bambino sognavo di diventare…

Calciatore.

Il capriccio che non mi sono mai tolto.

Un mese di ferie.

La mia occupazione preferita.

Fare il papà.

Il mio piatto preferito.

Parmigiana di melanzane.

Non sopporto…

Le persone viscide.

Per un giorno vorrei essere…

Hakuna matata… senza pensieri.

Nel mio frigorifero non manca mai…

Il lievito di birra.

Se fossi un animale sarei…

Un bradipo. Se potessi dormirei tantissimo.

Il mio film preferito.

Sono tanti, troppi. Direi Braveheart cuore impavido.

Il mi oattore preferito.

Robin Williams.

Il superpotere che vorrei avere.

Leggere nel pensiero.

La disgrazia più grande.

La guerra.

La persona che ammiro di più.

Mia moglie che mi sopporta.

L’ultima volta che ho pianto.

Poco tempo fa.

Il mio motto.

Cogli l’attimo.

La massima stravaganza della mia vita.

Forse deve ancora arrivare.

L’oggetto a cui sono più legato.

Una foto della mia classe delle superiori sul comodino.

Del mio aspetto non mi piacciono…

Le unghie delle mani.

La mia principale paura.

Perdere persone vicine.

Il mio colore preferito.

Azzurro.

Cosa apprezzo di più del luogo in cui vivo?

La vivibilità e la pluralità dell’offerta per il tempo libero.

Autori: COOLtour

Rubriche

Editoriale

Orizzonti

Tre anni fa in questo spazio mi interrogavo in merito al nostro orizzonte, a partire dal racconto...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

Don Flavio. La partecipazione “al cuore della democrazia”

Don Flavio Debertol si è spento mentre a Trieste si teneva la 50ma Settimana sociale dei cattolic...

Mostra altri
Senza Confini
La Scena Musicale

Philipp Burgger e le sue discutibili doti: furbizia e qua...

Dopo averlo inutilmente inseguito per anni con lo scopo di realizzare un’intervista, il nostro es...

Mostra altri
La Scena Musicale
Racconti dalla Bassa

L’assonanza fra “polenta” e “Caldaro”

La storia, si sa, spesso si nasconde nelle parole. Una di queste è “Plent”, con la quale a Caldar...

Mostra altri
Racconti dalla Bassa
Tra arte e storia

La difficile nascita della comunità evangelica in riva al...

La nascita di una chiesa e di una comunità evangelica fu notevolmente osteggiata dalla popolazion...

Mostra altri
Tra arte e storia
Vivere per l’arte

Tanja Iarussi: archetipi, miti, presenze

Sono davvero numerosi e assai coinvolgenti i nuclei tematici della ricerca artistica di Tanja Iar...

Mostra altri
Vivere per l’arte
Scorci del capoluogo

La via dedicata a Oswald von Wolkenstein

A collegare via Isarco e via Cappuccini vi è via Wolkenstein; è il nome  di una famiglia nobiliar...

Mostra altri
Scorci del capoluogo
#qui_foodstories

Ravioli di barbabietola e caprino fresco

Ingredienti Per 4 persone Per la pasta2 – 3 barbabietole rosse400 g farina di frumento3 uov...

Mostra altri
#qui_foodstories