Coobolt: da Bolzano a Londra a suon di musica

Attualità | 4/5/2023

Alejandro Zarate — in arte Coobolt — è un giovane musicista bolzanino che ha visto recentemente iniziare la sua carriera musicale. Tra concerti in Italia, Austria e Inghilterra,  Alejandro ci racconta qui la sua esperienza e quelli che sono i suoi progetti futuri.

Hai sempre pensato di intraprendere un percorso musicale a tempo pieno?

Sì, ma forse la domanda più giusta sarebbe se ne ho le capacità, che non sono solo quelle musicali; ho capito che serve una certa indole per riuscire a vivere di musica e skills che non fanno parte del mondo musicale ma sono, oggigiorno, essenziali, come saper gestire i social media, montare un video. Bisogna capire molto bene che tipo di prodotto si vuole portare prima di poter capire se si vuole intraprendere questo percorso professionalmente. Io sicuro ho questo obiettivo, sarebbe un sogno.

Ti saresti aspettato di vincere Art May Sound Contest e Uploads Sounds?

Assolutamente no, anche perchè sono stati i primi contest a cui ho partecipato. Ho iniziato a suonare negli ultimi tre anni. Art May Sound c’è stato a fine maggio 2022 ed è stato ad aprile 2022 che per la prima volta ho portato dei miei brani originali sul palco. È incredibile pensare che solo un mese dopo sono riuscito a vincere un contest. Con Uploads è stato ancora più assurdo: mi sono interfacciato con artisti diversi e con grandi talenti, riuscire a spiccare tra così tanti talenti è difficile, perciò riuscire a farlo è stata una sorpresa enorme! 

Qual è il più grande traguardo che hai raggiunto finora? 

Sicuramente è stata l’apertura del concerto dei Coma_Cose all’O2 Academy Islington a Londra. Ho aperto il concerto davanti a 800 persone; non so se riuscirò mai a eguagliare questa esperienza, ma sicuramente farò tutto il possibile per riuscirci. È stato incredibile.

Hai progetti per il prossimo futuro?

Tantissimi. Sto lavorando a molti brani, di alcuni sto già preparando delle demo e sicuramente verranno registrati e prodotti definitivamente molto presto. Verso fine maggio tornerò in Inghilterra dove lavorerò a un EP che verrà creato totalmente lì in studio. Sarà un percorso molto creativo che mi insegnerà molto e da cui spero nascerà un progetto molto figo!
Oltre a questo prossimamente aprirò altri concerti e parteciperò ad altri festival sia in Italia che in Austria e Germania.

Che consigli daresti ad altri giovani musicisti?

Io stesso sono esordiente e quindi non mi sentirei di dare grandi consigli, quello che posso dire per la mia esperienza personale è: pensate prima di tutto alla musica, se volete fare musica, che essa sia il 90% di quello che fate, tutto il resto — immagine e altro — verrà molto dopo. 

Se qualcuno volesse seguirti o ascoltare la tua musica?

Al momento ho Instagram e TikTok con l’username @coobolt e, non appena i brani saranno pronti, sarò anche su Spotify con lo stesso nome.

Autrice: Anna Michelazzi COOLtour

Rubriche

Editoriale

Verde pubblico e verde privato

Com’è noto i patrimoni naturali più importanti di cui godiamo nel nostro territorio alpino sono d...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

Responsabilità globale multilaterale autorevole cercasi

Il 24 febbraio sono due anni di guerra in Ucraina. Quindici giorni dopo saranno cinque mesi dal r...

Mostra altri
Senza Confini
Scorci del capoluogo

La via dedicata al principe Eugenio 

Casa Savoia, una tra le più antiche dinastie d’Europa, è oggetto d’attenzione in questi giorni, c...

Mostra altri
Scorci del capoluogo
La Scena Musicale

Cantanapoli: Napoli con lo Spritz!

Parafrasare il tipico incipit di molte canzoni dell’immenso Renato Carosone ci pare il modo migli...

Mostra altri
La Scena Musicale
Racconti dalla Bassa

Le vecchie strade della Bassa Atesina

Tutte le strade portano a Roma, si diceva un tempo. Forse era un’esagerazione ma è un dato di fat...

Mostra altri
Racconti dalla Bassa
Tra storia e architettura

Pubblicare un libro ad undici anni: Siegfried, il nipote ...

“Caro Walt, siccome la tua famiglia sembra occupata in attività culturali e altro, perché non tra...

Mostra altri
Tra storia e architettura
Vivere per l’arte

Eva Thaler Pixner: essenza della materia e fascino delle ...

Nata in una famiglia creativa Eva inizia presto a muoversi fra carta, matite e pennelli. Per molt...

Mostra altri
Vivere per l’arte
La satira

La musica che… “unisce”

Nel prossimo tour estivo, grazie all’intelligenza artificiale, Philipp Burger duetterà con il suo...

Mostra altri
La satira
Balconorto

Il letargo dell’inverno

Febbraio è ancora ostaggio dell’alta pressione subtropicale. Specialmente in quota, ma pure nei f...

Mostra altri
Balconorto