Un libro per passare… dal buio alla luce

Attualità | 30/6/2022

Raccogliere il dolore e incanalarlo attraverso la scrittura, dando forma a pensieri, tormenti, delusioni. Un esercizio di sfogo che ha permesso a Stefano Rossi, giovane bolzanino di 25 anni, di superare un momento molto buio della sua vita trasformandolo in luce. Fogli di carta intrisi di parole e riflessioni sulla vita, sull’amore e sull’amicizia che hanno preso forma giorno dopo giorno trasformandosi infine in un libro. Si chiama “Ombrello di tutti, sole di nessuno” (edito da Praxis) l’esordio letterario di Stefano, che in 220 pagine racconta la storia di Davide, il suo alter-ego romanzato, che è poi la storia di ognuno di noi. La casa editrice lo definisce un romanzo esistenziale, ma forse è anche qualcosa di più, viste le sue origini molto lontane: “Il libro nasce idealmente in quinta superiore, quando decisi di smettere di praticare ciclismo. Fu una scelta difficile che mi tormentò molto. Durante gli anni universitari trascorsi a Bologna poi fui lasciato dalla mia ragazza dell’epoca e fu un’altra batosta difficile d’accettare – racconta Stefano -. Ho attraversato un lungo periodo molto difficile in cui riuscivo a trovare un sano sfogo solo nella scrittura”.
Stefano decide così di raccogliere i suoi pensieri su carta e traslarsi in qualcosa di più grande, un romanzo in cui il protagonista vive una storia d’amore con una ragazza. È da questo incipit che vengono snocciolate tante riflessioni su temi come l’amore, l’incapacità di ricostruire qualcosa che si rompe, sul tempo che scorre, gli abbracci, i drammi adolescenziali, le crisi e i fallimenti: “Mi sono guardato attorno e mi sono reso conto che anche i miei amici e conoscenti avevano problemi e pensieri tenuti nascosti. Ho involontariamente svolto un lavoro sociologico che ho unito a quello di introspezione. Nel romanzo Davide è un ragazzo che si carica i problemi di chiunque li stia intorno ma non riesce a risolvere i suoi. Penso che chiunque legga il libro riesca a rispecchiarsi almeno in un passaggio, una frase o un capitolo”, prosegue Stefano.
Ma il romanzo cerca anche di aprire una breccia nelle maglie della società odierna, in cui, secondo l’autore, molto dolore viene spesso nascosto sotto al tappeto: “Al giorno d’oggi si cerca sempre e solo di mostrare le cose belle che ci accadono e mai quelle brutte. Viviamo in una società in cui amare e amarsi è complicato, un tema che fa ancora molta paura e che spesso non si desidera affrontare. Non bisogna vergognarsi di ciò che si vive, la vita è fatta di salite e discese, l’importante è come le si approccia”. Stefano racconta che anche la scelta di adottare un personaggio maschile è stata ragionata: “La nostra società è molto maschilista, ma penso che all’interno del concetto di amore lo ‘svantaggiato’ sia ancora l’uomo, che viene dipinto come quello che non può e non deve soffrire, che deve sempre mostrarsi forte. In realtà il dolore appartiene a tutti, in egual maniera”, conclude Stefano. Il libro è acquistabile nelle librerie di Bolzano, soprattutto Athesia e Cappelli, e online sul sito della casa editrice.

Autore: Alexander Ginestous

Rubriche

Editoriale

Ferie, lavoro e… voto

Nella nostra Costituzione il lavoro ha un’importanza fondamentale, al punto che questa dimensione...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

La sfida del servizio gratuito e continuativo

In queste settimane i giovani tra i 18 e i 28 anni possono presentare domanda per prestare il ser...

Mostra altri
Senza Confini
Monumenti da Riscoprire

Gli architetti Andrea e Pietro Delai

Via Delai, che collega via Piave con via Francesco Crispi, è un caso di via intitolata non a una ...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
La Città Digitale

Il Phishing informatico: quando a pescare sono i malinten...

Nella nostra rubrica abbiamo affrontato varie volte il tema della sicurezza informatica e del cyb...

Mostra altri
La Città Digitale
Te Ricordet... Laives

Pietralba, Laives e i miracoli #2

Vi proponiamo la seconda e ultima parte del singolare racconto del 1847 dello scrittore e giurist...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Perché non facciamo figli

Non è un paese per madriAutrice: Alessandra MinelloLaterza, 160 pag.Il titolo del libro di Alessa...

Mostra altri
Libri
La Scena Musicale

Piero Messina #2: l’arrivo alla corte dei Van Der Graaf G...

Nello scorso numero abbiamo lasciato il ventenne Piero Messina negli studi milanesi della Numero ...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Pesce spada su verdura fruttata

Ingredienti Per 4 personeVerdura fruttata a dadini20 ml olio d’oliva100 g zucchine200 g peperoni ...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Mattarella Astronauta

A sorpresa, all’indomani dell’attuale crisi di governo, il Presidente della Repubblica Sergio Mat...

Mostra altri
La satira