Oakmood e Nasia: due volti artistici

Attualità | 5/5/2022

Il giovane Christian Luccarini ci racconta di Oakmood e Nasia — il creativo e il musicista che si nascondono dietro al suo nome e alle sue passioni.

Com’è nata la tua passione per l’arte? 
Ho sempre disegnato, fin in da piccolo. Il mio primo approccio è stato principalmente quello di ricopiare anime (cartoni giapponesi ndr), poi ho portato avanti questa passione provando sempre nuove tecniche. Da tre anni ho iniziato il progetto Oakmood: esprimo idee e concetti che ho sviluppato nel tempo attraverso l’illustrazione. Sono un appassionato di streetart, graffiti e tutte le subculture che ci ruotano attorno. Ho imparato da autodidatta e rubando qua e là tecniche e consigli. Ho fatto di recente qualche corso per pitture murali spray e illustrazione. Dal 6 maggio a COOLtour, in via Sassari 13/b ci sarà anche una mia mostra. E, oltre a questo, mi cimenterò anche nel live painting al Festival Art May Sound del 27 e 28 maggio.

E la tua crescita musicale, invece? 
Anche qui ho iniziato da autodidatta, non riesco a stare in corsi obbligatori, preferisco studiare da solo e buttarmi su quello che mi stimola. Mi definisco principalmente cantante e mi accompagno con la chitarra acustica, compongo e scrivo la mia musica. Mi esibisco a vari eventi, ad esempio, il 30 aprile mi sono esibito all’Indiependence Festival.

Credi che un percorso accademico avrebbe, nel tuo caso, potuto condizionarti dal punto di vista espressivo?
È vero che un’accademia ti da più basi tecniche però secondo me c’è sempre un alto rischio di vedere un po’ condizionata la tua espressività, perché sei costretto a seguire un determinato percorso standard. Quindi sì, il fatto di partire senza grandi riferimenti può essere positivo dal punto di vista espressivo: quello che esce sei tu.

La tua anima musicale e quella artistica si incontrano mai? 
Di mio no, sono due personaggi distinti, sotto quell’aspetto non si sono mai incontrati e non mi interessa unirli, inconsciamente ho sempre voluto tenerli separati.

Sei un artista e un musicista: la spinta che senti per le due è la stessa? Parli delle stesse cose?
Nasia e Oakmood sono molto in linea tra di loro. Attraverso la mia arte esprimo emozioni e sentimenti molto riflessivi, spesso riguardanti periodi negativi più che positivi. è un modo di buttare fuori, esternare sensazioni negative o sentimenti più o meno profondi, che sennò mi terrei dentro.

Autrice: Anna Michelazzi COOLtour

Rubriche

Editoriale

La politica come impegno civile. Ricordando Lionello Bert...

Nei giorni scorsi quando è scomparso Lionello Bertoldi, già senatore e presidente emerito dell’An...

Mostra altri
Editoriale
Balconorto

Risparmio di acqua

Finalmente piove… e il governo non c’entra! Le perturbazioni del 30 aprile e del 1 maggio non han...

Mostra altri
Balconorto
Senza Confini

Un referendum per abolire (o mantenere) il referendum

Quanti sanno che domenica 29 maggio la popolazione altoatesina sarà chiamata ad esprimersi con un...

Mostra altri
Senza Confini
Te Ricordet... Laives

La grande processione del 1887

Tutti conoscono il celebre dipinto esposto nella chiesa parrocchiale di Laives raffigurante la pr...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Il ‘700 a Bolzano, in un dialogo

LA BOLZANO DI LEONHARDAutore: Massimo Leonardo Prandini “Bellissimo testo, davvero perfetto in og...

Mostra altri
Libri
La Scena Musicale

Jörg Zemmler e il piano bar, ovvero: sfuggire alle classi...

Jörg Zemmler, artista multiforme e multimediale che ha la sua base tra Siusi e Vienna, è da parec...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Treccia dolce

INGREDIENTI 200 g di farina manitoba300 g di farina 00 100 g di zucchero90 g di burro1 uovo9...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Südtirol Arena

Inizieranno a breve i lavori per il completamento del nuovo stadio Druso, che verrà denominato “S...

Mostra altri
La satira