I bellissimi 70 anni del Campo tenda

Attualità | 1/7/2021

Un traguardo storico e bellissimo. Non facile da raggiungere e tantomeno da riassumere, quello del Campo Tenda Don Bosco di Laives, vera e propria istituzione del territorio laivesotto e provinciale. Il compleanno è stato festeggiato sabato 19 giugno nel piazzale del Centro don Bosco, alla presenza del sindaco di Laives Christian Bianchi e diverse istituzioni delle giunte comunali di Laives, Bronozolo e Vadena a sottolineare l’importanza che il campo tenda ha avuto e ha tutt’ora per la città e i suoi abitanti. Filo conduttore iniziale dell’evento è stato il ricordo, sempre vivo e limpido, di due figure fondamentali di Laives: don Luigi Simoni e Gino Coseri, che nel 1950 lanciarono il Campo Tenda con il primo cammino fino a Pietralba per far trascorrere ai ragazzi giornate tra giochi e attività.
“Il Campo Tenda – sottolinea il presidente del Centro don Bosco Luigi Giovannini – è l’iniziativa estiva per bambini e ragazzi con la più lunga tradizione nel territorio comunale e probabilmente una delle iniziative estive con la più lunga tradizione in tutto il territorio provinciale. La prima edizione si svolse a Pietralba, quando i ragazzi ancora raggiungevano il campo a piedi da Laives”. La celebrazione si è svolta in realtà con un anno di ritardo. Sarebbe stato il 2020 l’anno del 70esimo anniversario, ma purtroppo per via della pandemia da Covid il Centro non è riuscito a svolgere ciò che era già stato organizzato. “Anche se tuttora è difficile organizzare grandi eventi, volevamo comunque dare un segno e vivere insieme un piccolo momento celebrativo”, conclude Giovannini.
È stata una cerimonia volutamente ridotta per ragioni di sicurezza contro il Covid, ma fra gli invitati c’erano anche Mario Zanotti e Gervasio Giusti, due fra i più anziani campeggiatori, allora bambini e oggi nonni.
Il salto a due piedi nel mondo dei ricordi è proseguito poi con le canzoni che da sempre sono colonna sonora del Campo tenda, e che sono state cantate da alcuni coristi del Monti Pallidi (tra i quali lo stesso Zanotti), e con la mostra fotografica che ha permesso un’immersione profonda nei ricordi di tutte le generazioni.
Qualche giorno fa i primi ragazzi si sono rimessi lo zaino in spalla e sono partiti per il primo turno, salendo – adesso in pullman – fino alla struttura di passo San Lugano per vivere le stesse emozioni che vissero quei primi giovani che 70 anni fa inaugurarono un’istituzione che ha accolto migliaia di ragazzi nel tempo. E allora ancora tanti auguri.

Autore: Alexander Ginestous

Rubriche

Editoriale

Saper vincere, perdere e… valorizzare lo spirito olimpico

Una breve riflessione sull’importanza di non distinguere mai tra sport di serie A e sport d...

Mostra altri
Editoriale
La Bussola dei Diritti

Recesso e contratto di appalto

Nel contratto di appalto la legge, nello specifico l’art. 1671 c.c., prevede la possibilità di re...

Mostra altri
La Bussola dei Diritti
Balconorto

Seed Vicious #1

Dopo un 2020 costellato di decreti, chiusure e lockdown finalmente torniamo a mettere la testa fu...

Mostra altri
Balconorto
Senza Confini

“Be the change you want to see in the world”

Una riflessione legata al Mandela Day 2021

Mostra altri
Senza Confini
Te Ricordet... Laives

Il quartiere di san Pietro

Diversi toponimi del nostro comune sono sopravvissuti per secoli, altri sono andati completamente...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Le Pietre di Merano

Mamming: nei cuore di Steinach

Nel piazzale superiore del Duomo e più precisamente nella estremità occidentale dell’antichissimo...

Mostra altri
Le Pietre di Merano
Le Pietre di Bolzano

La fontana delle naiadi in Piazza del Tribunale

La strana storia della fontana in Piazza Tribunale a Bolzano

Mostra altri
Le Pietre di Bolzano
Monumenti da Riscoprire

Sigismondo il danaroso e il suo castello

Qual è l’origine del nome Sigmundskron?

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
La Scena Musicale

Sonx 2021: ecco Liederszene 2.0

La nuova iniziativa di Liederszene

Mostra altri
La Scena Musicale
La satira

Raffaella Carrà

Storie dal multiverso Esistono infiniti universi paralleli dove le cose non sono del tutto come n...

Mostra altri
La satira