Tutto esaurito per il torneo di Burraco

Attualità | 18/4/2024

È ormai un appuntamento tradizionale, e anche per questa edizione nessuno ha voluto perdere l’occasione di giocare, tanto che erano ben 32 le coppie che vi hanno partecipato: il torneo di Burraco organizzato fra le mura dell’oratorio Santiago si è rivelato nuovamente un successo.

Il Burraco è un gioco di carte della famiglia della Pinnacola, nato probabilmente in Uruguay intorno agli anni Quaranta come variante della Canasta, e dagli anni Ottanta si è diffuso enormemente anche in Italia ottenendo sempre più seguaci. I motivi sono semplici: permette di riunire al tavolo un buon numero di persone e, una volta compreso il meccanismo e il sistema di punteggio, dà sempre vita a partite entusiasmanti.
Lo sanno bene gli amici dell’oratorio Santiago, che nei giorni scorsi si sono riuniti dinanzi ad un “panno verde” per sfidarsi. Una competizione, certo, ma tanta voglia di stare assieme e divertirsi hanno fatto da contorno ad un sabato pomeriggio all’insegna della socialità.
Fra i tanti meritevoli, ad aggiudicarsi il podio iridato è stata la coppia formata Lucia Nardelli e Giuliano Maspes.
Al secondo posto Rita e Bryan Conteduca, e medaglia di bronzo per Rosanna Merighi e Mauro Azzolini.
Cucchiaio di legno per Mariateresa Riccardi e Carlo Alberto Novello, che si sono comunque e sicuramente divertiti.
Grazie all’aiuto dei tanti volontari e degli Alpini di San Giacomo il tutto si è concluso con un’ ottima cena seguita dalla premiazione. Il gruppo di “Imparo e gioco a Burraco” di san Giacomo si augura che sempre più persone si uniscano a loro il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 19 con Mara a capo del gruppo.
Il prossimo appuntamento per tutti i soci e simpatizzanti è previsto per sabato 4 maggio con il Talent show, ma sono in revisione anche molti laboratori e serate creative, corsi di cucina e tanto altro.
Per ulteriori informazioni: www.oratoriumsantiago.it

Autrice: R. T.

Rubriche

Editoriale

Glaciazione

Una paio di settimane fa la Fondazione Nordest ha reso noto uno studio in grado di fotografare e ...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

Genocidio e antisemitismo. Onestà nelle parole e nei fatti

Sentiamo tutti i giorni termini come genocidio e antisemitismo. Raramente sono usati a ragion ved...

Mostra altri
Senza Confini
Scorci del capoluogo

Lucia Frisch, la prima bolzanina citata

Nella zona industriale di Bolzano, ad un certo punto della lunga via Bruno Buozzi, dopo piazza Fi...

Mostra altri
Scorci del capoluogo
La Scena Musicale

Destinazione AOAR, il viaggiointergalattico di Mirko Gioc...

Lo avevamo annunciato qualche settimana fa, occupandoci di Lila, il video singolo postato da Mirk...

Mostra altri
La Scena Musicale
Racconti dalla Bassa

L’immigrazione trentina nell’Unterland

Unterland, territorio di confine tra due grandi aree linguistico-culturali, è da molto tempo sino...

Mostra altri
Racconti dalla Bassa
Tra storia e architettura

Il concorso “la sposa d’Italia”: Tebe e Massimina protago...

Il concorso “la sposa d’Italia” vedeva giungere a Merano le diciotto finaliste che a Merano sareb...

Mostra altri
Tra storia e architettura
Vivere per l’arte

Giorgioppi

È alla potente lezione di Piero della Francesca, alla sezione aurea e alla sequenza di Fibonacci ...

Mostra altri
Vivere per l’arte
#qui_foodstories

Bicchierini pere e mascarpone

Ingredienti per 3 persone: 250 gr Mascarpone150 gr Panna da montare80 gr Zucchero a velo2 Pere Wi...

Mostra altri
#qui_foodstories
Balconorto

Il sole gioca a nascondino

Alzi la mano chi si aspettava una primavera così dinamica, baciata dalla pioggia e da temperature...

Mostra altri
Balconorto