Sul palco torna la voglia di rock anni 80

Attualità | 17/11/2022

C’è la musica anni 80 fatta con le tastiere elettroniche, con batterie campionate in loop e refrain ripetitivi senza senso. E poi c’è il rock, quello vero, che ha trasformato riff distorti in grandi classici della musica: sarà lui il vero protagonista della serata del Live Muse che andrà in scena sabato 3 dicembre alle ore 21 al teatro delle Muse in via Dolomiti 23.

“80 voglia di rock” è il titolo dell’appuntamento autunnale dell’attiva associazione, che anche per questa occasione sfodera quattro band formate rigorosamente solo per l’occasione. Dopo il concerto estivo dedicato a Jovanotti e dopo il successo dell’anno scorso, con il tributo ai grandi del Rock anni 90, sul palco si alterneranno le ritmiche di artisti del calibro di Billy Idol, Van Halen, Scorpions, Bon Jovi, Ac/Dc, Queen e tanti altri.
Come di consueto l’incasso della serata (il biglietto d’ingresso è stato fissato a 10 euro) verrà devoluto in beneficenza, ai Cacciatori di briciole dell’associazione Volontarius.
Considerato il successo degli scorsi concerti, è meglio prenotare per tempo un posto, telefonando allo 0471 952650 dalle ore 9 alle 12 dal lunedì al venerdì, o via mail all’indirizzo prenota@teatrofilolaives.it

Gli artisti

Sono quattro le band formatesi per l’occasione che saliranno sul palco del Live Muse. Le diverse formazioni saranno seguite da Alex Refatti, Salvatore Spolsino, Luca Tommaseo e Alice Ravagnani. Con loro sul palco si esibirà un totale di musicisti: Marco Biolcati, Robbie Weger, Fabio Tenca, Diego Polli, Alex Refatti, Nadia Tagliapietra, Gianluca Gaioni, Ruben Cordaro, Salvatore Spolsino, Manrico Finotto, Roberta Manzini, Francesco Bianchi, Paolo Callegari, Carlo Bertacchi, Davide Frena, Alice Ravagnani, Francesco Bianchi, Matteo Bozzo e Mattia Mochen. Il banco mixer sarà guidato da Sergio Farina e le luci sono curate da Marco Ceol.

Autore: Luca Masiello

Rubriche

Editoriale

Tolleranza

Mi è capitato spesso di riflettere sul significato e l’importanza della tolleranza, forse recente...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

Attenti al lupo! Ma attenzione: homo homini lupus

Il lupo, come nelle favole, torna a essere il pericolo numero uno. Per un allevatore certo non è ...

Mostra altri
Senza Confini
La satira

Zanna Bianca

Dopo le ultime ipotesi di avvistamento di lupi in Alto Adige, il consiglio della comunicazione un...

Mostra altri
La satira
La Scena Musicale

Fanchi è… Blu!

Jacopo Schiesaro vuole bene ai suoi cani: al primo che ha avuto, Blu, ha intitolato il suo disco ...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Torta amaretti Deanna

Ingredienti: Teglia da crostata da 24 cm di diametro (Ø)Ripieno:400 g amaretti200 g zucchero4 uov...

Mostra altri
#qui_foodstories
Monumenti da Riscoprire

A Bolzano si ricorda la figura di Tambosi

Caso non frequente, a Oltrisarco, la doppia intitolazione: quella di una scuola primaria e di un ...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
Te Ricordet... Laives

La Pietà di Laives

Nessun oggetto sacro ha mai richiamato l’attenzione dei credenti come la Sacra Immagine del...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Balconorto

L’Autunno

Ci sono storie che ci segnano nel profondo, ci sono stagioni, come l’autunno, che ci appartengono...

Mostra altri
Balconorto