Una ricca estate per la ginnastica meranese

Attualità | 8/9/2022

Per la sezione di ginnastica artistica dello Sportclub la stagione estiva è stata piena di successi iniziative che hanno regalato grandi soddisfazioni alla società e alle sue istruttrici.

L’estate è stata inaugurata dalle ginnaste agoniste che a giugno hanno ottenuto ottimi risultati ai campionati nazionali di Rimini. Il via alle gare lo hanno dato le allieve Sara Zanetti, Giada Filippi, Noemi Masin, Maximiliane Nestl e Sophie Arduini qualificandosi per la finale nella categoria Lc e posizionandosi tra le migliori undici squadre di tutta Italia. Nelle gare individuali invece hanno brillato Noemi Longo, conquistando il secondo gradino del podio nella finale allround, due argenti a corpo libero e parallele e un bronzo a trave, Anna Höllrigl qualificandosi seconda in finale e terza a corpo libero, Noemi Masinsesta al volteggio e Carolina Waldner sesta nella finale all round. 

L’obiettivo lo hanno centrato in pieno le senior portando a casa una storica medaglia d’argento nella gara a squadre. Sono state infatti Noemi Longo, Anna Höllrigl, Alessia Paggetti e Greta Urru a conquistarsi il titolo di vicecampionesse italiane, dedicando la loro vittoria alla loro allenatrice Clio Rossetto, con cui insieme da diversi anni hanno sfiorato quel tanto ambito podio.

La sezione di ginnastica, dunque, non si ferma mai e anche l’estate è un periodo in cui la palestra non si svuota. Anche quest’anno sono stati organizzati due corsi amatoriali per i bambini e le bambine che durante l’anno hanno preso parte agli allenamenti, riscontrando una numerosa partecipazione. 

Una settimana di sport

Inoltre, dal 25 al 29 luglio ha avuto luogo la seconda edizione della “settimana estiva ginnastica-nuoto”, un’esperienza all’insegna del movimento tra giochi e svago, organizzata in collaborazione con la sezione di nuoto dello Sportclub. Una settimana di palestra e piscina con l’obiettivo di incentivare l’esercizio fisico abbinato al divertimento, il tutto in un contesto bilingue in cui i bambini hanno potuto approcciarsi alle lingue italiana e tedesca. Sempre nel mese di luglio la sezione ginnastica ha organizzato un collegiale presso la palestra Savoy, invitando nove ginnaste e due allenatrici dell’associazione polisportiva dilettantistica Side Sport 2006 con sede a Monguzzo, in provincia di Como. La presidente Deborah Burgher, ex ginnasta dell’Scm, ha accolto l’invito utilizzando la palestra una volta al giorno per gli allenamenti e organizzando attività all’aria aperta sfruttando le possibilità offerte dal territorio.

Il Camp estivo al mare

Ad agosto invece è stata la volta del camp estivo a Fano in cui hanno partecipato diciassette piccole e grandi ginnaste accompagnate da tre istruttrici. Una settimana intensa di allenamenti in cui le atlete hanno potuto sfruttare l’attrezzatissima palestra della società Alma Juventus e fare tesoro delle preziose indicazioni dei tecnici professionisti. Dopo due anni in cui a causa della pandemia il collegiale non ha visto partecipe lo Sportclub, quest’anno la squadra si è vissuta a pieno l’esperienza raccogliendo grandi soddisfazioni, migliorando e crescendo tecnicamente giorno dopo giorno, il tutto in un’atmosfera di grande amicizia, passione e condivisione.

Il gemellaggio

Contemporaneamente a Merano l’allenatrice Elena Rossi ha organizzato un altro collegiale per la società Artisticamente 2010 con cui collabora a Rovigo, città in cui attualmente studia. La palestra Savoy ha accolto così un’altra squadra dando loro la possibilità di usufruire dell’attrezzatura necessaria per svolgere ginnastica per un’intera settimana. 

Si conclude così una ricca estate per la ginnastica meranese che tra trionfi, collaborazioni ed iniziative si può ritenere più che soddisfatta. Un vero successo che mette in risalto il fatto di essere l’unica realtà sul territorio altoatesino ad aver raggiunto questi risultati senza avere a disposizione una propria struttura specifica e attrezzata. La sezione oggi conta più di 400 soci che nella prossima stagione dovrà distribuire nelle palestre scolastiche montando e smontando ogni volta gli attrezzi necessari, sacrificando così tempo ed energie che potrebbero essere dedicate agli allenamenti. 

La ginnastica meranese spera dunque di ricevere maggiori attenzioni nel panorama politico dati i numeri e i risultati che fin ora è stata in grado di raggiungere, sognando una propria palestra in un futuro non troppo lontano.

Autrice: Chiara Caobelli

Rubriche

Editoriale

Votate!

Vi invito a leggere a pag. 11 il commento scritto da Paolo Valente per la rubrica “Senza Confini”...

Mostra altri
Editoriale
Balconorto

La zucca #1

Prima di fare un focus su una varietà di zucca in particolare alla quale sono molto affezionato, ...

Mostra altri
Balconorto
Senza Confini

L’autonomia degli uni… “SENZA” gli altri

Con una cerimonia al Kurhaus di Merano sono stati ricordati – nella Giornata dell’autonomia del 5...

Mostra altri
Senza Confini
Te Ricordet... Laives

La storia della gallina rapita

La cosiddetta “Dekadenz” viennese, ossia il lento ma inesorabile declino della monarc...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Thöni: l’uomo, prima del mito

Gustav Thöni. Dentro e fuoripistaAutore: J. Christian Rainer Presenta molti motivi di interesse l...

Mostra altri
Libri
Monumenti da Riscoprire

A Bolzano il ricordo di Albin Egger-Lienz

Via Egger-Lienz: la via tra il convento Muri-Gries e il Palazzo Ducale, che dal 1880 era denomina...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
La Scena Musicale

Un pugno di colonne sonore per la Merano Pop Symphony Orc...

A Ferragosto la Merano Pop Symphony Orchestra ha presentato nella sua città d’elezione con un con...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Pesche e yogurt

INGREDIENTI 250 g yogurt bianco naturale o alla pesca,200 ml panna fresca liquida,700 g pesche,60...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Mummie

Più di mille mummie, provenienti da ogni angolo del pianeta e richiamate dal 10° congresso mondia...

Mostra altri
La satira