“Atlante delle parole” fa tappa in città

Attualità | 21/4/2022

La mostra itinerante nata dall’omonimo progetto Caritas giunge a Merano. Dopo un viaggio tra le biblioteche del capoluogo altoatesino, le parole scelte dalle persone migranti per raccontarsi saranno ospitate per un mese, a partire dal 26 aprile, presso l’Accademia di Studi Italo-Tedeschi.

È nata in Casa Aaron, una residenza per rifugiati gestita dalla Caritas, l’idea di svolgere un laboratorio che permettesse alle persone di raccontarsi. Il modo più efficace per cambiare la narrazione che si è costruita nel tempo sulle persone migranti, è proprio quello di mettersi in ascolto e farsi raccontare da loro le loro storie. Sono state 35 le persone protagoniste del progetto che per più di un anno le ha viste confrontarsi con il loro vissuto, attraverso interviste e conversazioni, in un viaggio alla ricerca delle parole più adatte a descrivere e descriversi. Kenya, Marocco, Nigeria, Senegal, Guinea, Iraq, Pakistan e Bangladesh sono i paesi d’origine dei partecipanti, specchio non solo di culture fra loro diverse, ma anche di lingue, pensieri e modi di vedere, vivere e raccontare differenti esperienze. Dal confronto e dalle riflessioni di ciascuno nascono ragionamenti su parole – e argomenti – come la tolleranza, l’amicizia e la paura. “Appropriarsi delle parole di una lingua sconosciuta, per descrivere la propria vita e i propri pensieri, significa anche riscoprire se stessi in un contesto nuovo”, spiega Alessandro Pedrotti, che ha gestito il progetto. Proprio quest’ottica ha incuriosito l’Accademia di Studi Italo-Tedeschi di Merano, che si occupa di cultura e diritti umani e accoglierà la mostra per questo mese. “Qui da noi, sotto l’Accademia, ha sede anche l’associazione Euphur (Euregio Platform on Human Dignity and Human Rights) che si occupa di diritti umani e dignità umana – chiarisce Verena Pohl, organizzatrice della mostra presso l’Accademia – per questo motivo spesso cerchiamo di occuparci insieme di questi temi. Organizziamo spesso convegni, ma molto spesso questi sono frequentati solo da professori, esperti e persone che orbitano intorno a queste tematiche. Una mostra invece è una cosa che può interessare a più persone e di ogni tipo: giovani, anziani, studenti”.
La mostra sarà infatti fruibile gratuitamente e senza prenotazione, dal 26 aprile al 27 maggio presso il Giardino di Villa San Marco di Merano, tutte le mattine, dal lunedì al venerdì.
“Noi speriamo veramente di creare un po’ di interesse per questi argomenti, perché purtroppo spesso ognuno rimane chiuso nella sua bolla e non vuole uscire dalla propria zona di comfort, oppure entrare in contatto con quelle che possono essere altre realtà. Allora forse con questa mostra la gente diventerà più aperta, o almeno un po’ più consapevole di quello che pensano i migranti, di come si raccontano”, conclude Pohl.

Autrice: Ana Andros

Rubriche

Editoriale

La politica come impegno civile. Ricordando Lionello Bert...

Nei giorni scorsi quando è scomparso Lionello Bertoldi, già senatore e presidente emerito dell’An...

Mostra altri
Editoriale
Balconorto

Risparmio di acqua

Finalmente piove… e il governo non c’entra! Le perturbazioni del 30 aprile e del 1 maggio non han...

Mostra altri
Balconorto
Senza Confini

Un referendum per abolire (o mantenere) il referendum

Quanti sanno che domenica 29 maggio la popolazione altoatesina sarà chiamata ad esprimersi con un...

Mostra altri
Senza Confini
Te Ricordet... Laives

La grande processione del 1887

Tutti conoscono il celebre dipinto esposto nella chiesa parrocchiale di Laives raffigurante la pr...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Il ‘700 a Bolzano, in un dialogo

LA BOLZANO DI LEONHARDAutore: Massimo Leonardo Prandini “Bellissimo testo, davvero perfetto in og...

Mostra altri
Libri
La Scena Musicale

Jörg Zemmler e il piano bar, ovvero: sfuggire alle classi...

Jörg Zemmler, artista multiforme e multimediale che ha la sua base tra Siusi e Vienna, è da parec...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Treccia dolce

INGREDIENTI 200 g di farina manitoba300 g di farina 00 100 g di zucchero90 g di burro1 uovo9...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Südtirol Arena

Inizieranno a breve i lavori per il completamento del nuovo stadio Druso, che verrà denominato “S...

Mostra altri
La satira