Più opportunità  e coesione per i giovani

Attualità | 3/11/2022

È stata eletta Presidente della “Jugenddienst Unterland” solo da qualche mese, ma Lea Casal, giovane ventenne di Magrè, di cui è anche consigliera comunale, ha già le idee chiare su dove bisogna lavorare. Verrà data priorità alla coesione tra i diversi comuni della Bassa Atesina, alla collaborazione con i gruppi parrocchiali e alla qualità dell’offerta estiva che va a supporto di oltre 1.100 bambini con le loro famiglie e coinvolge più di 130 membri dello staff.

“Non è stato un passo facile, ma l’ho affrontato con molto entusiasmo”. 

L’elezione a Presidente della sezione Jugenddienst della Bassa Atesina, per Lea Casal – giovane da sempre attiva nel mondo della politica, specie quella giovanile – è stata un po’ come la conclusione di un ciclo, un cerchio che si è chiuso. 

“Mi sono avvicinata all’organizzazione delle attività di Jugenddienst solo due anni fa, ma fin da piccola ho preso parte ai progetti dell’associazione proposti all’interno della mia scuola; forse, al tempo, non avevo ancora piena consapevolezza della potenzialità di realtà come queste che, nel corso degli anni, sono diventate sempre più grandi e sentite dalla cittadinanza”, racconta Casal. 

Il suo lavoro da Presidente si focalizzerà in particolare sulla coesione tra i diversi comuni della zona in quanto, come spiega: “Sono presenti molti giovani, ma non tutti hanno la possibilità o il desiderio di ‘aprirsi’. Le culture sono spesso diverse tra loro e bisogna trovare più punti d’incontro. Ad esempio vogliamo potenziare la collaborazione con i gruppi delle parrocchie; queste sono realtà che vanno oltre la dimensione religiosa e spirituale, e offrono spazi d’incontro, gite e opportunità per parlare apertamente delle proprie idee, anche se in contrasto con il mondo della Chiesa. Dare la voce ai giovani per capire cosa piaccia o meno della dimensione religiosa credo sia una cosa davvero importante”.

Per migliorare la coesione territoriale, infatti, sono stati avviati i progetti di doposcuola nei comuni di Cortaccia e Termeno, e sono collegati alle proposte serali e ricreative.

Un’altra grande proposta che Casal vuole portare avanti riguarda i giovani e il mondo del lavoro, in particolare il progetto “Tudu” che prosegue già da diversi anni. “Durante tutto l’anno, estate compresa, ad alcuni studenti minorenni viene data la possibilità di andare a lavorare in varie strutture pubbliche e sociali, venendo ricompensati con alcuni premi. “Personalmente non ho avuto modo di sfruttare questa occasione, ma credo che affacciarsi al mondo degli adulti e agli ambienti lavorativi possa essere un ottimo modo per indirizzare al meglio le proprie scelte” continua Casal.

L’ultimo grande evento rivolto proprio alla generazione della neo Presidente è stato quello dei coscritti di tutta la Bassa Atesina. “Sono stati invitati tutti i nati nell’anno 2001 ed è stato un bellissimo momento di unione e di festa. Poi, causa Covid e bassi numeri di coscritti, sono saltate due edizioni, ma vogliamo assolutamente riproporre la cosa organizzandola nei minimi dettagli”, conclude Casal.

Autore: Andrea Dalla Serra

Rubriche

Editoriale

Tolleranza

Mi è capitato spesso di riflettere sul significato e l’importanza della tolleranza, forse recente...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

Attenti al lupo! Ma attenzione: homo homini lupus

Il lupo, come nelle favole, torna a essere il pericolo numero uno. Per un allevatore certo non è ...

Mostra altri
Senza Confini
La satira

Zanna Bianca

Dopo le ultime ipotesi di avvistamento di lupi in Alto Adige, il consiglio della comunicazione un...

Mostra altri
La satira
La Scena Musicale

Fanchi è… Blu!

Jacopo Schiesaro vuole bene ai suoi cani: al primo che ha avuto, Blu, ha intitolato il suo disco ...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Torta amaretti Deanna

Ingredienti: Teglia da crostata da 24 cm di diametro (Ø)Ripieno:400 g amaretti200 g zucchero4 uov...

Mostra altri
#qui_foodstories
Monumenti da Riscoprire

A Bolzano si ricorda la figura di Tambosi

Caso non frequente, a Oltrisarco, la doppia intitolazione: quella di una scuola primaria e di un ...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
Te Ricordet... Laives

La Pietà di Laives

Nessun oggetto sacro ha mai richiamato l’attenzione dei credenti come la Sacra Immagine del...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Balconorto

L’Autunno

Ci sono storie che ci segnano nel profondo, ci sono stagioni, come l’autunno, che ci appartengono...

Mostra altri
Balconorto