Illuminazione pubblica, si passa al Led

Attualità | 28/7/2022

Il Comune di Laives sta convertendo l’intero impianto di illuminazione comunale a Led. Questa tecnologia, già adottata da molte città, offre numerosi vantaggi perchè permette di avere più luce abbassando i consumi. Inoltre la luce Led aumenta la sicurezza sulle strade, sia per chi guida, perchè allarga la percezione visiva, sia per i pedoni. A Laives sono già 800 i lampioni convertiti.

Più luce e meno consumi. È questo, in estrema sintesi, il grande vantaggio che si ottiene installando una illuminazione a Led. Una tecnologia che negli anni è stata abbracciata da migliaia di città e che garantisce elevata efficienza rispetto alle lampade tradizionali, una maggiore sicurezza in strada (perché aumenta la percezione visiva di chi guida e il comfort visivo per i pedoni) e strade sostenibili, dato che si riducono anche le emissioni di anidride carbonica oltre che i consumi energetici.
Motivi nobili che hanno spinto anche il comune di Laives a convertire l’intero impianto d’illuminazione comunale a Led. Un lavoro iniziato già anni fa e che sta proseguendo in maniera ottimale su tutto il territorio. Laives conta poco meno di 2.400 punti luce e ad oggi ne sono stati convertiti circa 800 lungo diverse strade comunali come via Hofer, via De Medici, via Damiano Chiesa, via Brennero, via Galizia e parte di via Kennedy, solo per citarne alcune.

L’assessore Bruno Borin

Un lavoro che verrà potenziato e reso più preciso grazie ad una mappa complessiva di tutti i lampioni e di tutti i punti d’illuminazione. La mappa è redatta da uno studio elettrotecnico di Chiusa, e rappresenta uno strumento importante per capire come e dove muoversi, ma soprattutto è necessaria per poter fare richiesta dei contributi provinciali in materia di risparmio energetico.

Già, perché occorre considerare che oltre al grande lavoro pratico ed operativo che sta dietro alla riconversione dell’intero sistema dell’illuminazione cittadina, c’è anche un notevole sforzo finanziario ed economico da mettere in preventivo da parte dell’amministrazione.

Come spiegato nelle settimane scorse dall’assessore competente Bruno Borin, nella maggior parte dei casi il lavoro da svolgere consiste nella sostituzione delle vecchie lampade con quelle nuove a Led. Un’operazione fatta e finita con un costo ben preciso. In altri casi invece è necessario sostituire anche i pali e i cavi, scavando la terra e reperendo i materiali necessari. Uno scenario che fa ovviamente lievitare i costi. Secondo le stime del Comune negli ultimi tre anni sono stati spesi circa 550mila euro per questi interventi e si conta di spenderne circa 160mila l’anno.

L’obiettivo della giunta comunale è quello di riuscire entro qualche anno a convertire l’intero sistema a Led, favorendo da una parte la sostenibilità, dato che si andrebbe a ottenere un notevole risparmio di anidride carbonica immessa nell’atmosfera, dall’altra garantendo alle casse del comune un risparmio economico non da poco. Basti pensare che a Laives, nel 2021, la spesa energetica prevista era di circa 700mila euro, che sono diventati 200mila in più a fine anno per coprire i conti. Per il 2022 a bilancio sono già stati stanziati 1.300.000 euro. Le luci a Led garantiscono, mediamente, un risparmio di circa il 95% a confronto con le lampadine a incandescenza, del 90% rispetto alle lampade alogene e del 60% rispetto alle lampadine fluorescenti.

Autore: Alexander Ginestous

Rubriche

Editoriale

Ferie, lavoro e… voto

Nella nostra Costituzione il lavoro ha un’importanza fondamentale, al punto che questa dimensione...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

La sfida del servizio gratuito e continuativo

In queste settimane i giovani tra i 18 e i 28 anni possono presentare domanda per prestare il ser...

Mostra altri
Senza Confini
Monumenti da Riscoprire

Gli architetti Andrea e Pietro Delai

Via Delai, che collega via Piave con via Francesco Crispi, è un caso di via intitolata non a una ...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
La Città Digitale

Il Phishing informatico: quando a pescare sono i malinten...

Nella nostra rubrica abbiamo affrontato varie volte il tema della sicurezza informatica e del cyb...

Mostra altri
La Città Digitale
Te Ricordet... Laives

Pietralba, Laives e i miracoli #2

Vi proponiamo la seconda e ultima parte del singolare racconto del 1847 dello scrittore e giurist...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Perché non facciamo figli

Non è un paese per madriAutrice: Alessandra MinelloLaterza, 160 pag.Il titolo del libro di Alessa...

Mostra altri
Libri
La Scena Musicale

Piero Messina #2: l’arrivo alla corte dei Van Der Graaf G...

Nello scorso numero abbiamo lasciato il ventenne Piero Messina negli studi milanesi della Numero ...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Pesce spada su verdura fruttata

Ingredienti Per 4 personeVerdura fruttata a dadini20 ml olio d’oliva100 g zucchine200 g peperoni ...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Mattarella Astronauta

A sorpresa, all’indomani dell’attuale crisi di governo, il Presidente della Repubblica Sergio Mat...

Mostra altri
La satira