Lavoratori stagionali e guerra in Ucraina

Attualità | 14/7/2022

Da diversi mesi i media riportano il grido di allarme degli imprenditori sulla mancanza di personale – specializzato e non- nel settore turismo e ristorazione (ma non solo), che si è aggiunto alle difficoltà post pandemia, ai rincari delle materie prime e alle incertezze della guerra in Ucraina. Abbiamo chiesto a Reinhard Dissertori, presidente del Bauernbund per la Bassa, se questa crisi si rifletterà anche sui lavoratori stagionali per la prossima raccolta mele.

Con la crisi, molti lavoratori e lavoratrici del settore turismo si sono infatti ricollocati, lasciando un “buco” nel settore che sembra non volersi ricolmare. Una situazione che per i consumatori si sta traducendo in prezzi di alberghi cresciuti (secondo l’Unione nazionale consumatori, del 9,7% rispetto all’anno passato e non solo: come noto gli aeroporti di Olanda e Germania nelle ultime settimane sono letteralmente collassati, con una cancellazione dei voli mai vista prima). Una crisi del turismo certo, che però tocca anche altri settori, come l’edilizia e l’agricoltura. Ci siamo chiesti quindi se questa situazione sta avendo o avrà delle ripercussioni anche a livello locale, proprio per quanto riguarda i lavoratori stagionali.
Un momento di crisi con gli stagionali c’era stato già nell’autunno scorso:durante la raccolta delle mele, per via del mancato riconoscimento della vaccinazione, molti lavoratori dai paesi dell’Est erano tornati a casa improvvisamente – ma la situazione era poi rientrata gradualmente.
Abbiamo chiesto a Reinhard Dissertori, presidente del Bauernbund della Bassa atesina, se la mancanza di personale stagionale si sta facendo sentire sui campi. “Al momento la situazione è tranquilla, in giugno non abbiamo bisogno di tanti lavoratori. Rimane invece incerta la situazione per la raccolta delle mele: dal 10 agosto si inizia con la raccolta delle gala e può essere che ci siano delle difficoltà e che dobbiamo contare di più sulle nostre forze.”

Come mai?
“Per un effetto domino: i lavoratori stagionali impiegati nella raccolta qui in Alto Adige provengono dalla Polonia. Vengono a lavorare qui perché hanno condizioni migliori rispetto che a casa, mentre in Polonia si utilizzano lavoratori ucraini.”

Quindi?
“Con la guerra in corso, è probabile che quest’anno non arriveranno i lavoratori dall’Ucraina e quindi i polacchi rimarranno a lavorare a casa”.

Per assurdo, noi ospitiamo però diversi rifugiati dall’Ucraina, anche se si tratta di persone diverse, ovviamente…
“Al di là di tutto, in ogni caso noi siamo felici di poter accogliere ogni proposta di lavoro. Le procedure per poter impiegare i lavoratori fuori dall’EU sono state semplificate per fortuna”.

Insomma, anche l’agricoltura dovrà in qualche modo fare i conti con la guerra. Sperando nel meglio, non mancheremo di aggiornare sulla situazione.

Autrice: Caterina Longo

Rubriche

Editoriale

Ferie, lavoro e… voto

Nella nostra Costituzione il lavoro ha un’importanza fondamentale, al punto che questa dimensione...

Mostra altri
Editoriale
Senza Confini

La sfida del servizio gratuito e continuativo

In queste settimane i giovani tra i 18 e i 28 anni possono presentare domanda per prestare il ser...

Mostra altri
Senza Confini
Monumenti da Riscoprire

Gli architetti Andrea e Pietro Delai

Via Delai, che collega via Piave con via Francesco Crispi, è un caso di via intitolata non a una ...

Mostra altri
Monumenti da Riscoprire
La Città Digitale

Il Phishing informatico: quando a pescare sono i malinten...

Nella nostra rubrica abbiamo affrontato varie volte il tema della sicurezza informatica e del cyb...

Mostra altri
La Città Digitale
Te Ricordet... Laives

Pietralba, Laives e i miracoli #2

Vi proponiamo la seconda e ultima parte del singolare racconto del 1847 dello scrittore e giurist...

Mostra altri
Te Ricordet... Laives
Libri

Perché non facciamo figli

Non è un paese per madriAutrice: Alessandra MinelloLaterza, 160 pag.Il titolo del libro di Alessa...

Mostra altri
Libri
La Scena Musicale

Piero Messina #2: l’arrivo alla corte dei Van Der Graaf G...

Nello scorso numero abbiamo lasciato il ventenne Piero Messina negli studi milanesi della Numero ...

Mostra altri
La Scena Musicale
#qui_foodstories

Pesce spada su verdura fruttata

Ingredienti Per 4 personeVerdura fruttata a dadini20 ml olio d’oliva100 g zucchine200 g peperoni ...

Mostra altri
#qui_foodstories
La satira

Mattarella Astronauta

A sorpresa, all’indomani dell’attuale crisi di governo, il Presidente della Repubblica Sergio Mat...

Mostra altri
La satira